Condividi
Scrivimi
Naviga
Home / Lesione dei legamenti della caviglia

A seguito di una violenta distorsione della caviglia o di distorsioni ripetute che avvengono solitamente nello sportivo, può causarsi la rottura di uno o più legamenti della caviglia. Il legamento più frequentemente interessato è il legamento peroneo astragalico anteriore e il peroneo calcaneale. Questi legamenti hanno la funzione di stabilizzare il piede alla caviglia, e in caso di lesione si manifesta una instabilità della caviglia che porta a dolore, gonfiore, ulteriore distorsione, facile affaticabilità.

L'intervento
Nella instabilità cronica (di vecchia data) è possibile eseguire una correzione chirurgica ricostruendo i legamenti rotti mediante l'utilizzo di un tendine (solitamente il peroneo breve) in sostituzione del legamento lesionato. Questo intervento, che avviene in anestesia locoregionale, prevede un massimo di due giorni di ospedalizzazione e comporta la deambulazione immediata senza stampelle e l'utilizzo di un tutore per 25 giorni circa, porta a una stabilizzazione molto forte della caviglia e permette la ripresa di qualunque attività sportiva o di una normale vita di relazione.

Il materiale riassorbibile nella chirurgia del piede
Essendo il piede un organo di movimento, la mia attitudine è limitare il più possibile l'uso per la chirurgia di materiale metallico che porta a una rigidità e a volte a un'intolleranza. Negli ultimi anni il materiale metallico usato in precedenza è stato via via sostituito da materiale riassorbibile in polilattato (viti, cambre, pin) che è da preferire quando possibile all'uso di materiale metallico, essendo il polilattato riassorbito dall'organismo nel giro di 6-8 mesi e non dovendo essere rimosso.

ultimo aggiornamento 03/04/2017
© 2017 chirurgodelpiede.it, tutti i diritti riservati | P.IVA 08708990158 | ultimo aggiornamento: 03/04/2017 | home page | note legali
Nota: le informazioni fornite da questo sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico/paziente
Home / Lesione dei legamenti della caviglia

A seguito di una violenta distorsione della caviglia o di distorsioni ripetute che avvengono solitamente nello sportivo, può causarsi la rottura di uno o più legamenti della caviglia. Il legamento più frequentemente interessato è il legamento peroneo astragalico anteriore e il peroneo calcaneale. Questi legamenti hanno la funzione di stabilizzare il piede alla caviglia, e in caso di lesione si manifesta una instabilità della caviglia che porta a dolore, gonfiore, ulteriore distorsione, facile affaticabilità.

L'intervento
Nella instabilità cronica (di vecchia data) è possibile eseguire una correzione chirurgica ricostruendo i legamenti rotti mediante l'utilizzo di un tendine (solitamente il peroneo breve) in sostituzione del legamento lesionato. Questo intervento, che avviene in anestesia locoregionale, prevede un massimo di due giorni di ospedalizzazione e comporta la deambulazione immediata senza stampelle e l'utilizzo di un tutore per 25 giorni circa, porta a una stabilizzazione molto forte della caviglia e permette la ripresa di qualunque attività sportiva o di una normale vita di relazione.

Il materiale riassorbibile nella chirurgia del piede
Essendo il piede un organo di movimento, la mia attitudine è limitare il più possibile l'uso per la chirurgia di materiale metallico che porta a una rigidità e a volte a un'intolleranza. Negli ultimi anni il materiale metallico usato in precedenza è stato via via sostituito da materiale riassorbibile in polilattato (viti, cambre, pin) che è da preferire quando possibile all'uso di materiale metallico, essendo il polilattato riassorbito dall'organismo nel giro di 6-8 mesi e non dovendo essere rimosso.

ultimo aggiornamento 03/04/2017
© 2017 chirurgodelpiede.it, tutti i diritti riservati | P.IVA 08708990158 | ultimo aggiornamento: 03/04/2017 | home page | note legali
Nota: le informazioni fornite da questo sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico/paziente