Condividi
Scrivimi
Naviga
Home / Dita a martello

Di solito associate ad alluce valgo o a cedimento metatarsale, più raramente isolate. Con maggiore frequenza viene interessato il secondo, terzo e quarto dito e a volte è presente un'ulcerazione sul dorso del dito, ribelle a ogni terapia.

L'intervento
L'intervento avviene in anestesia locale eseguendo una piccola incisione di un centimetro sul dorso del dito, regolarizzando la falange; personalmente non impiego alcuna sintesi metallica e permetto una deambulazione immediata. L'intervento non necessita ospedalizzazione e viene eseguito ambulatoriamente.

Il materiale riassorbibile nella chirurgia del piede
Essendo il piede un organo di movimento, la mia attitudine è limitare il più possibile l'uso per la chirurgia di materiale metallico che porta a una rigidità e a volte a un'intolleranza. Negli ultimi anni il materiale metallico usato in precedenza è stato via via sostituito da materiale riassorbibile in polilattato (viti, cambre, pin) che è da preferire quando possibile all'uso di materiale metallico, essendo il polilattato riassorbito dall'organismo nel giro di 6-8 mesi e non dovendo essere rimosso.

ultimo aggiornamento 03/04/2017
© 2017 chirurgodelpiede.it, tutti i diritti riservati | P.IVA 08708990158 | ultimo aggiornamento: 03/04/2017 | home page | note legali
Nota: le informazioni fornite da questo sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico/paziente
Home / Dita a martello

Di solito associate ad alluce valgo o a cedimento metatarsale, più raramente isolate. Con maggiore frequenza viene interessato il secondo, terzo e quarto dito e a volte è presente un'ulcerazione sul dorso del dito, ribelle a ogni terapia.

L'intervento
L'intervento avviene in anestesia locale eseguendo una piccola incisione di un centimetro sul dorso del dito, regolarizzando la falange; personalmente non impiego alcuna sintesi metallica e permetto una deambulazione immediata. L'intervento non necessita ospedalizzazione e viene eseguito ambulatoriamente.

Il materiale riassorbibile nella chirurgia del piede
Essendo il piede un organo di movimento, la mia attitudine è limitare il più possibile l'uso per la chirurgia di materiale metallico che porta a una rigidità e a volte a un'intolleranza. Negli ultimi anni il materiale metallico usato in precedenza è stato via via sostituito da materiale riassorbibile in polilattato (viti, cambre, pin) che è da preferire quando possibile all'uso di materiale metallico, essendo il polilattato riassorbito dall'organismo nel giro di 6-8 mesi e non dovendo essere rimosso.

ultimo aggiornamento 03/04/2017
© 2017 chirurgodelpiede.it, tutti i diritti riservati | P.IVA 08708990158 | ultimo aggiornamento: 03/04/2017 | home page | note legali
Nota: le informazioni fornite da questo sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico/paziente